top of page

Materasso migliore per mal di schiena


mal di schiena al risveglio

Al mattino il mal di schiena si fa sempre più frequente e pensi che il problema possa essere legato al materasso sul quale riposi? Oppure credi che il dolore sia dovuto a traumi di vecchia data e desideri scoprire qual è il materasso migliore per la tua situazione?

In entrambi i casi, sei nel posto giusto. Leggendo questo articolo capirai se il materasso è la causa del tuo mal di schiena e, soprattutto, come scegliere il modello giusto per te.



Indice











Mal di schiena: una miriade di cause differenti


Il mal di schiena può avere una miriade di cause differenti: artrosi, discopatie, contratture muscolari, osteoporosi,... Tra queste rientrano anche i processi infiammatori a carico delle strutture articolari causate dal mantenimento prolungato di posture sbagliate.

Un classico esempio è rappresentato dal riposo notturno. Quando si dorme su sistemi letto non adeguati, il corpo è costretto a mantenere posizioni innaturali per molto tempo che a lungo andare possono causare dolore.





Come capire se la causa è il materasso


Capire se il materasso è la causa del tuo mal di schiena è complicato. Generalmente, il mantenimento di posture sbagliate può causare la comparsa di contratture muscolari quindi il dolore si manifesta con le caratteristiche tipiche del caso. È un dolore diffuso, colpisce la regione del collo e della schiena, viene avvertito soprattutto al risveglio e tende ad andar via col movimento. Quando il sistema è troppo rigido, è possibile che questo causi anche infiammazioni articolari localizzate soprattutto in corrispondenza dei punti di maggiore contatto quali anche e bacino. Tuttavia, soprattutto con l'avanzare dell'età, è sempre abbastanza complicato attribuire tutta la colpa ad un'unica causa. Più comunemente il mal di schiena si manifesta a seguito di una concomitanza di fattori. Qualsiasi sia la causa del problema però, il materasso gioca un ruolo di primaria importanza perché garantendo un riposo ottimale, può migliorare la tua condizione; viceversa, se non è idoneo, può peggiorare la qualità del tuo sonno determinando un aggravamento delle problematiche. Quando riposiamo infatti, il nostro corpo mette in atto una serie di meccanismi di riparazione tissutale che col tempo possono provocare una risoluzione parziale o totale dei nostri disordini muscolo-scheletrici. Se però si dorme male, oltre ad ostacolare la propria guarigione, si peggiora ancor di più la propria condizione.


Capire se il materasso è causa o concausa del proprio mal di schiena è più semplice di quanto si possa credere: basta semplicemente analizzare la propria postura in ogni decubito, sia supino che laterale (la posizione prona è sconsigliata perché può provocare una rotazione eccessiva del rachide). Data per scontata l'importanza della rete sottostante (leggi il mio articolo "Quando cambiare la rete del tuo letto"), è necessario che cambi materasso se ti rendi conto di mantenere una posizione non confortevole, con la colonna vertebrale non perfettamente in asse. Se questa non è in equilibrio infatti, muscoli ed articolazioni sono costretti a mantenere posizioni sbagliate per molto tempo (circa 7 ore a notte) che al mattino possono tradursi in rigidità e dolore.


Il dolore causato da un sistema di riposo sbagliato colpisce muscoli ed articolazioni: esso è più intenso al risveglio e tende a diminuire con il movimento.
Materasso giusto

Se il tuo materasso è troppo morbido e hai la sensazione di sprofondare al suo interno, devi necessariamente sostituirlo. Se invece lo senti troppo rigido puoi decidere di cambiarlo oppure provare con l'utilizzo di un topper.





Aggiungere un topper basta?


Se dormi su un materasso troppo rigido ma non vuoi cambiarlo, puoi aggiungere al tuo sistema di riposo un materassino accessorio, più comunemente noto con il termine inglese "topper". Questo fungerà da correttore di portanza aiutandoti ad accogliere il peso del tuo corpo e ad alleviare il dolore già dalla prima notte: ti consiglio un modello in memory foam alto almeno 5 cm.



Topper in Memory Foam


In condizioni patologiche rappresentate ad esempio da patologie vertebrali o discali, il topper potrebbe non essere sufficiente. Si rende in questo caso necessaria la sostituzione del materasso.





Miglior materasso per mal di schiena e come sceglierlo


Se il tuo mal di schiena è causato da patologie conclamate, ti consiglio di prestare particolare attenzione al materasso sul quale riposi: assicurati che abbia un sufficiente spessore di memory foam.

Il materiale brevettato dalla Nasa, è sicuramente il più ergonomico in assoluto quindi il più indicato per alleviare il dolore localizzato: la sua capacità di distribuire il peso corporeo lungo tutta la superficie del materasso permette di diminuire la pressione in corrispondenza dei punti di maggiore contatto (spesso i più dolenti).

materasso tradizionale vs materasso in memory

Sarà anche vero che il memory è il miglior materiale in termini di ergonomia e comfort ma è altrettanto vero che questa tipologia di materassi non è soltanto costituita da memory: lo strato di schiumato poggia sempre su una base di poliuretano espanso (in foto "Mousse Tecnica a base d'acqua").

Interno materasso in memory Fisiomat

Molti dei modelli presenti sul mercato, pur essendo presentati come "materassi in memory" presentano molti centimetri in poliuretano e solo alcuni centimetri in vero memory, motivo per cui ti consiglio sempre di informarti sulle caratteristiche tecniche del prodotto prima di procedere con l'acquisto: non prendere neanche in considerazione modelli con meno di 5 cm di memory foam.


Inoltre, la densità dello strato di schiumato può cambiare. Prodotti più sostenuti presentano generalmente uno o più strati ad alta densità (>50Kg/m3), modelli più accoglienti sono realizzati con memory meno densi (35Kg/m3). La scelta del materasso va comunque sempre fatta in base al proprio peso, alla propria altezza ed alle proprie esigenze. Essendo il discorso molto tecnico, è bene affidarsi ad un professionista del settore.


Quando si fanno i conti con la lombalgia bisogna seguire sempre le proprie sensazioni: se quando provi il tuo nuovo materasso mantieni la postura corretta e percepisci da subito una piacevolissima sensazione di sollievo, allora puoi essere certo/a di aver trovato il modello giusto per te.




Una valida e fresca alternativa


Una soluzione altrettanto valida è rappresentata dal modello ibrido. Questa tipologia di materasso, costituita internamente da molle insacchettate ed esternamente da memory, viene particolarmente indicata per chi soffre il caldo ed è solito/a girarsi spesso durante la notte. Le molle forniscono una maggiore spinta verso l'alto e rendono il sistema più fresco, il memory diminuisce la pressione in corrispondenza dei punti dolenti.


In genere i materassi in memory appartengono alla categoria "Dispositivo Medico CE".




Conclusione


Se pensi che il materasso sul quale riposi sia la causa o la concausa del tuo mal di schiena, stenditi sopra ed analizza la tua postura: se ti accorgi di sprofondare al suo interno dovrai sostituirlo con un modello della consistenza giusta per il tuo peso e per la tua altezza. Se invece pensi che il tuo materasso sia troppo rigido devi anche in questo caso sostituirlo, a meno che tu non voglia prima provare ad utilizzare un topper e notare se il dolore va via ed il sistema favorisce la tua postura corretta. In presenza di patologie conclamate però, utilizzare un topper potrebbe non essere sufficiente quindi ti consiglio di valutare da subito l'utilizzo di un nuovo materasso scegliendo tra:

  1. un modello in memory foam strutturato con uno o più strati di schiumato di medio-alta densità;

  2. un modello ibrido più fresco ma sempre dotato di un accogliente strato superficiale in memory.


Infine, prova sempre il tuo materasso in fase di acquisto: accertati di mantenere la postura corretta e scegli quello che più ti dona sollievo.

Adesso che sai come comportarti non ti resta che trovare il modello giusto per te. Se lo desideri, puoi farti un'idea su qual è secondo me la tua soluzione ideale compilando il test online gratuito. Se poi desideri provarlo di persona, ti aspetto presso il mio centro specializzato in Via Padre Andrea Scalimoli 27, a Castellana Grotte.


Test della fisioterapista


Per qualsiasi altra informazione lascia un commento in basso oppure scrivimi su Whatsapp al numero 080-321-0591. Sarò felice di poter essere ancora d'aiuto.

Comments


bottom of page